Theme

-Orsù non ti incazzare, e lascia che ti narri il mio sogno.
-D’accordo. Spero solo abbia un senso.
-Ho fatto un sogno strano. C’eri tu, Gianluca, Federico e Mario. Ci inseguiva un killer. Alla fine del sogno, tu ti fidanzavi con Fede.
-Che shifezza. Lui non è gnocco.
-Però è simpatico.
-E DOVEVA ESSERE PURE ANTIPATICO? Comunque potevi darmi un cavaliere più gnocco.
-L’ho fatto!
-No. Fede è diversamente figo! Sei una cretina.
-Comunque a un certo punto del sogno eri sparita con Gianluca ed eri incinta.
-IO SONO INCINTA DI GIANLUCA?


-Lei è una persona molto crudele.
-Cazzo ci fai qui te?
-Sono la tua coscienza.
-Ma che cazzo dici. La coscienza è astratta. E io ti vedo.
-Ci siamo rinnovati. Adesso siamo concreti.


-Ciao io sono Gianluca.
-Chi cazzo ti ha chiesto qualcosa?
-E poi io sono crudele..
-Sì.
-No.
-Sì.
-No.
-Cazzo decidetevi.


Memories.

ilmessaggiodellenoveeventitre:

origamidicarta:

Colpa delle stelle.

Augustus amore mio
bloccatiinquestomondo:

leetadilulu:

ti ho portato il mare…

È la cosa più dolce che io abbia mai visto..
Incazzatevi porca puttana, perché a fare i gentili la prendete sempre nel culo. -via i-consigli-di-un-pirla — (via ilragazzomezzomorto)

(Fonte: ilragazzomezzomorto, via fioriamo)



Happiness is not the absence of problems; it’s the ability to deal with them. -Steve Maraboli, Life, the Truth, and Being Free (via observando)

(via mailbuiosipuocolorare)



-Puoi rispondere a qualche domanda senza il solito grado di sarcasmo?
-Se lei può farle senza il solito grado di stupidità.. -Teen Wolf

-È..assurdo.
-Assurdo in senso buono o cattivo?
Ci riflette qualche secondo, corrugando la fronte come al suo solito.
-Assurdo in senso di assurdo.
Sorrido e gli punto contro l’arco, tendendolo e scoccando una freccia immaginaria.
-Davvero, è assurdo che tu sia più brava di me. Voglio dire, come fai?
-Mi sono allenata.
-Che sarebbe la traduzione di “sono andata in giro a esercitarmi utilizzando vittime innocenti sacrificali come bersaglio”?
-Prendilo come un “se finissi nell’arena degli Hunger Games probabilmente partirei avvantaggiata”.
Ridacchia e mi leva l’arco dalle mani.
Lo posa con estrema delicatezza e si china a contare le frecce, per essere sicuro che non ne manchi nessuna.
Quando si rialza, ha lo sguardo serio.
-Comunque non intendevo quello. Come fai a essere capace a fare..tutto?
-Fammi provare un qualsiasi sport che implichi l’utilizzo di una palla e poi ne riparliamo. O ancora meglio, fammi cucinare.
-Questo mi tranquillizza un po’.
-Negli Hunger Games potrei cavarmela anche dando da mangiare ciò che cucino agli avversari. Probabilmente morirebbero in pochi minuti. Sarebbe una tattica innovativa.
-Non ne dubito.
Si allontana per raccogliere l’ultima freccia rimasta sul bersaglio.
Fisso l’arco appoggiato a pochi metri da me.
È affascinante, sia come arma che come sport.
È tattica, è mira, è scienza.
Ho pensato agli archi vecchi, a come l’uomo sia arrivato a creare un’arma composta da un bastone e una corda più qualche freccia. E cazzo, se ci pensate è un’invenzione geniale. A pari merito della ruota, del telefono e del cesso.
Torna impugnando la freccia saldamente, e la mette insieme alle altre.
-Che pensavi?
-Agli archi e ai cessi.
Mi guarda come se fossi impazzita, e effettivamente dovrei cercare di collegare meglio pensieri e parole.
-Cioè, alla genialità dell’uomo in generale.
-Genialità..
-Sì, insomma, pens..
-La sai la frase di Einstein? Quella dei topi e della bomba atomica?
-Sì. La conosco.
-L’uomo non è geniale. L’uomo è intuitivo. E usa male le sue conoscenze. L’arco è stato inventato per cacciare, per la sopravvivenza. Ma è stato usato anche per uccidere.
-Lo so.
-L’uomo non è geniale. È stupido.
Si allontana per sistemare tutta la roba nello stanzino.
Urlo in modo che mi possa sentire.
-L’uomo sì, è stupido. E la donna?
Si gira sorridendo e alzando le spalle.
-Tutto il genere umano.
-Le donne hanno inventato i tergicristalli. Voglio dire, hai mai sentito dire che qualcuno è stato ammazzato con un tergicristallo?
-Non sopravvalutare la tua razza. L’uomo non è geniale.

Ama chi ti ama
non amare chi sfugge
ama quel cuore che per te si distrugge
non ti ama chi amor ti dice
ma t’ ama chi guarda e tace. -William Shakespeare (via jumperos)

(Fonte: soloamoreneisuoiocchi, via siamomusica)



uraganidistrutti:

chimicacontagiosa:

-

che meraviglia
Aveva quel profumo di buono,
Quello che hanno le cose speciali.